Eccellenze italiane e finanza: quali settori e quali paesi tenere d’occhio

postato in: Private Equity | 0
L’Italia costituisce un ottimo target per gli investitori stranieri per la possibilità di garantire una diversificazione del portafoglio e, grazie alla qualità del prodotto, di offrire un ritorno sugli investimenti costante. Per questo diventa interessante non più solo per le aziende nordamericane ma anche per i trophy asset del mondo arabo e del Middle East

Gli investitori stranieri guardano con sempre più interesse al nostro Paese e le recenti acquisizioni, alcune delle quali hanno anche raggiunto le prime pagine dei giornali, hanno confermato la portata e la rilevanza di questo trend.

Analizzare i Paesi di provenienza di questi capitali può rivelare informazioni preziose per capire in maniera più profonda la nuova geografia degli investimenti nel Made in Italy.

foto-dell-artigiano2-593409_0x440

 

Infatti, l’attenzione verso questo settore non proviene solo più dal nord America. Attraverso i trophy asset, un numero sempre crescente di investitori provenienti dal mondo arabo e del Middle East manifestano sempre maggiore interesse verso le eccellenze italiane.

Forte delle sue caratteristiche culturali e delle sue attrazioni, l’Italia si presenta come un ottimo target per due ragioni fondamentali.

Da una parte, infatti, le aziende del nostro Paese rispondono perfettamente alla necessità di diversificazione del portafoglio a cui questi investitori puntano, a causa della sempre maggiore volatilità del petrolio sui mercati.

Dall’altra il ritorno sugli investimenti è assicurato dalla qualità e dalla cura del marchio che le aziende del Made in Italy possono vantare.

Per queste ragioni, non è difficile immaginare che questa tendenza continui per i prossimi anni in alcuni settori della nostra economia, in particolare per le attività collegate alla produzione industriale, alle infrastrutture, al Real Estate e al fashion.

 

Lascia un commento